Certificati anagrafici

Oggetto della prestazione
Rilascio certificati anagrafici

Modalità di richiesta
Rivolgersi all'ufficio Anagrafe del Comune di residenza

Modalità e tempi di erogazione del servizio
I certificati anagrafici attestano i dati anagrafici che sono registrati nell'Anagrafe della Popolazione Residente tra i quali: la nascita, la residenza, lo stato di famiglia, l'esistenza in vita, lo stato libero, la cittadinanza, i dati anagrafici dei figli e del coniuge, il codice fiscale. Il rilascio è immediato ad eccezione dei certificati storici che implicano ricerche di archivio. E' necessario indicare l'uso del certificato nel rispetto del D.P.R 642/72 che va indicato sul certificato stesso. I dati anagrafici possono essere autocertificati se presentati a enti pubblici o enti gestori di pubblici servizi, compilando i rispettivi moduli in dotazione in tutti gli Uffici pubblici.

Contributi a carico dell'utente

“Il rilascio delle certificazioni e delle attestazioni anagrafiche da parte dell’Ufficiale d’anagrafe è soggetto, sin dall’origine, all’assolvimento dell’imposta di bollo. In caso di esenzione spetta al soggetto richiedente dichiarare il relativo uso ed indicare la norma di riferimento che dispone il diritto all’esenzione, in quanto l’esenzione non può essere presunta dall’operatore del servizio anagrafico. L’obbligo a carico dell’Ufficiale di anagrafe consiste nell’indicare espressamente sul documento che rilascia il caso di esenzione dall’assolvimento dell’imposta di bollo, l’uso e l’articolo della Tabella allegato B al D.P.R. n. 642/1972 o della norma speciale di riferimento, pena la responsabilità (patrimoniale-amministrativa e le relative sanzioni previste dalle leggi in tale materia).” Ministero dell'Interno 26/05/2005

Eventuali note per l'utente

Hanno validità sei mesi; sono validi anche dopo tale termine se l'interessato dichiara per iscritto, in calce al certificato stesso, che i dati ivi contenuti non sono variati dalla data del rilascio.